Eccomi!

Mi chiamo Martina, ho 26 anni e ho da poco conseguito la Laurea Magistrale in Turismo, Territorio e Sviluppo Locale, presso l’Università degli Studi di Milano - Bicocca, con una tesi sulla programmazione turistica e l’importanza degli strumenti di comunicazione.

Adoro viaggiare, visitare posti nuovi e scoprire tradizioni e sapori locali. Ho organizzato da sola quasi tutti i miei viaggi, perché amo approfondire le mie conoscenze sulle mete scelte, sia che si tratti di una gita fuori porta o di un viaggio vero e proprio.

Ho deciso di aprire questo blog per condividere le mie esperienze e mettere a disposizione informazioni utili a chi sta per partire.

Ma non parlerò solo di viaggi. Ci sono infatti altri argomenti che mi appassionano come l'arte, in particolare l'arte moderna e quella contemporanea, e la cucina, elemento fondamentale per poter conoscere ed apprezzare i territori e le diverse culture! Inoltre, amo il mio Paese, l’Italia, che con tutte le sue bellezze paesaggistiche, storico-artistiche e le sue eccellenze enogastronomiche, è il più bel Paese del mondo! Per questo ci sarà una sezione dedicata interamente ad essa!

Buona lettura e se desiderate contattarmi per avere maggiori informazioni non esitate a farlo! :)

lunedì 6 luglio 2015

L’isola di Porquerolles, un piccolo paradiso in Costa Azzurra

A pochi minuti di traghetto dalla Costa Azzurra, nell'arcipelago di Hyères, esiste un piccolo angolo di paradiso dalla natura ancora incontaminata, conservata grazie a rigide norme di protezione ambientale.
L’isola di Porquerolles è caratterizzata a nord da spiagge di sabbia bianca e pini marittimi che giungono fino alle acque turchesi del mare, e a sud da un paesaggio selvaggio, con scogliere e piccole insenature.
La Plage de la Courtade è la più ampia e frequentata anche perché la più vicina al piccolo villaggio di Porquerolles, che si sviluppa intorno al porto e alla Place d’Armes, sulla costa settentrionale dell’isola.
Le spiagge non sono attrezzate e non ci sono bar ed è quindi importante ricordarsi di portare qualcosa da bere e mangiare, ad eccezione della Plage d'Argent, l'unica spiaggia in cui c'è un chiosco.
Ciò che rende speciale l’isola è senza dubbio l’essere uno dei luoghi più salvaguardati al mondo.
Sull'isola infatti è vietato circolare con le automobili, edificare, campeggiare e persino fumare all'aperto, divieti che consentono di mantenere intatto il paesaggio.
È la meta ideale per chi ama le vacanze a contatto con la natura, un paradiso per gli amanti della bicicletta, unico mezzo autorizzato, e chi adora passeggiare. Sicuramente vale la pena scoprire questa bellissima isola anche se solo di passaggio durante una vacanza in Costa Azzurra.


Informazioni pratiche

I traghetti più comodi partono dal porto di Giens - La Tour Fondue, non molto distante da Hyères, e dove è possibile lasciare la macchina parcheggiata per tutta la durata dell'escursione o del soggiorno sull'isola.

Nessun commento:

Posta un commento